Evento

Il labirinto veneziano riserva sempre uno scorcio, una calle o una riva che si incontrano per la prima volta. Segui insieme a noi un itinerario insolito, una rotta alternativa ai flussi turistici, tracciata sulla quotidianità di chi abita la città per scoprire la sua natura, la sua essenza.

Nelle più di 100 isole che compongono la città percorri calli, campi, giardini e scopri come piante e animali qui vivano, adattandosi. Senti  sulla pelle il profumo di salmastro, vedi l’acqua che si increspa al vento di scirocco o di bora, il gioco di luci e ombre riflessi sui vetri di questa città millenaria, calpesti pietre vulcaniche o calcaree che ti parlano di terre lontane.

Ascolti il racconto su arti e antichi mestieri impresso nelle pietre dei Nizioleti, che in dialetto veneziano significa “piccoli lenzuoli”, rettangoli bianchi che portano i nomi di calli, campi e canali della città.

Appuntamento ore 15.00 alla fermata ACTV dell’Arsenale in Riva Ca’ di Dio 

L’escursione inizia dalla Riva Ca’ di Dio e prosegue alla scoperta del Sestiere di Castello uno dei primi nuclei abitativi della città. Paragonando Venezia ad un pesce Castello può rappresentarne la “coda” essendo posto all’estremità est della città.

In questa atmosfera abiti la città, in una dimensione da condividere con persone che, come te, desiderano fermare lo sguardo su particolari, trovare la ricchezza della lentezza, accompagnate da guide che sono soprattutto “narratrici di luoghi”, solo così potrai dire: I Slow Venice!

Fine itinerario ore 18.00

richiedi informazioni

PER INFO E PRENOTAZIONI TELEFONICHE

tel 041 932003 – cel 329 4760543
richiedi informazioni